Tu sei qui

I vaccini potrebbero accelerare l'esordio della malattia di Huntington nei bambini?

Salve, mia madre è affetta da Corea di Huntington ed è già seguita dal Prof. Squitieri. Personalmente non ho mai voluto effettuare il test genetico, esprimo ugualmente una domanda per mia figlia di 5 anni. Come sapete il ministro Lorenzin ha obbligato i bambini fino all'età di 16 anni alla somministrazione di vaccini pediatrici, chiedo se, nel caso la Corea di Huntington abbia colpito anche mia figlia per effetto ereditario i vaccini potrebbero causare un'accelerazione dello sviluppo della malattia o causare problemi o altro?
Ritratto di ferdinando.squitieri
Prof. Ferdinando Squitieri
Neurologo, genetista e psichiatra, si occupa di Malattia di Huntington e di malattie rare correlate, sia come medico che come ricercatore, dal 1984. Principal Investigator del Network Europeo Huntington e dell’Huntington Study Group. Responsabile Unità Ricerca e Cura Huntington e malattie rare IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza e Istituto Mendel di Roma. Per oltre 15 anni è stato Professore incaricato di Genetica Medica, Sapienza Università di Roma.

I vaccini sono una risorsa importante. Non c’è alcuna evidenza che facciano male in caso di malattia di Huntington.

Codice Fiscale 90026220948 -  P. Iva 00907370944
Iscrizione al n.88 del Registro delle Persone Guridiche della Prefettura di Isernia.

Copyright © 2017 Fondazione Lega Italiana Ricerca Huntington